In cucina con "l'ingegnere"

Vota questo articolo
(0 Voti)

E adesso cosa c'entrano gli ingegneri con la cucina??

Niente, tranquilli, era solo un modo per scherzare su uno dei nostri "segreti" talmente segreto che lo scriviamo qua pubblicamente...

Si tratta di alcuni accorgimenti (un pò da ingegneri...) per organizzarsi ed evitare di finire a preparare ogni giorno le stesse cose, per avere una dieta variata e gustosa non servono doti culinarie di chissà che tipo, ma solo un pò di organizzazione.

Noi per aiutarci abbiamo preso deciso di realizzare due elenchi.

  1. Un elenco di tutti i piatti che potremmo realizzare a pranzo e a cena, ogni volta che prepariamo qualche cosa di nuovo lo aggiungiamo alla lista
  2. Un elenco di cosa mangiamo a pranzo e cosa mangiamo a cena, ogni giorno.

Il primo è di utilizzo immediato, serve a risolvere il classico vuoto di memoria quando si deve decidere cosa possiamo preparare oggi, utile anche per rendersi conto che non abbiamo solo due scelte, ma una marea di possibilità.

Il secondo è ancora più utile, leggendolo nei giorni passati ci aiuta a ricordare quando abbiamo preparato per l'ultima volta un piatto, scrivendolo per il futuro con almeno due o tre giorni di anticipo ci aiuta a organizzarci per la spesa (non si va al super a farsi rifilare tutte le "offerte sensazionali") e per le preparazioni più lunghe.

Ci troviamo così a sapere in anticipo cosa ci servirà, sia gli ingredienti freschi che quelli pre-lavorati, e ci da la possibilità di organizzarci, senza farci trovare mai impreparati.

Sembra una cosa tanto da ingegneri, ma grazie ad accorgimenti come questi ci capita di rado di mangiare due volte la stessa cosa in 15-20 giorni, a tutto vantaggio del gusto e della salute...

Buone liste a tutti!!!

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.